Manifestazione autunnale

FESTA PAESANA SAPORI D’AUTUNNO

ITINERARIO GASTRONOMICO LUNGO LE VIE DELL’ANTICO BORGO 

Montefalcone Appennino sabato 13 e domenica 14 ottobre 2012

 Stand gastronomici (bruschetta, crostini al tartufo, salumi, norcina al tartufo, polenta, arrosticini, salsicce patatine, zuppa tartufata, dolci locali, vino cotto, castagne arrosto, vini) Musica (artisti di strada) , Mercatino dei prodotti locali (tartufi, formaggi,noci , mele rosa, castagne,miele) !!!


PRESENTATA A MONTEFALCONE LA GUIDA TURISTICA DEL PROF. JAMES RICHARDS

Featured

copertina guidaPRESENTATA A MONTEFALCONE LA GUIDA TURISTICA  DEL PROF. JAMES RICHARDS     Venerdi 6 luglio alle 19 , presso il “giardino Tronelli” di Montefalcone, la locale “pro loco”ha presentato al pubblico la stampa della guida turistica del paese che, redatta dal prof. James  Richards,è scaricabile anche da questo sito.  Dopo la presentazione, il Prof. Richards ( già insegnante universitario di inglese e direttore del settore di studi umanistici del relativo corso di laurea affiliato alla Università  Anglia Ruskin di Cambridge), che da tempo  risiede con sua moglie Patricia a Montefalcone,  ha ringraziato l’Amministrazione Comunale e  i compaesani  proseguendo poi con le seguenti parole:“Offro la guida come un ringraziamento ai miei concittadini di Montefalcone per l’accoglienza calorosa che ci hanno fatto quando noi stranieri siamo arrivati  nove anni fa. Sopratutto i nostri vicini:  Polonio, i suoi figli Pietro e Gigetta e le loro famiglie,  Marisa, Enzo, Gianluca e Sara, Mimì, Vincenzina e Luisa.Il soprannome d’Italia, il Bel Paese, è giusto, e non esiste da nessun parte un luogo più bello di  Montefalcone, posto fra il mare e le montagne. Questo paesino mi fa  pensare a  due immaginari villaggi britànnici. Il primo, Little Hintock è presente nel romanzo Continue reading

Happy museum

Il CEA di Montefalcone aderisce all’iniziativa Happy Museum della Regione Marche.
“Happy Museum” è una campagna di Marketing territoriale che intende promuovere e sollecitare l’attenzione di un vasto pubblico sia locale, sia nazionale, non solo verso le istituzioni museali di grandi dimensioni, particolarmente apprezzate per la qualità del patrimonio e dei servizi erogati, ma soprattutto verso le piccole realtà locali che costituiscono una poco conosciuta risorsa da offrire al pubblico che frequenta le Marche, indipendentemente dalla provenienza o dall’età.
Vai al sito ufficiale di Happy Museum